mercoledì 17 settembre 2014

Da “Scritti corsari” di Pier Paolo Pasolini – prima edizione 1975....TELEVISIONE E SPAZZATURA – LA CAUSA E L’ EFFETTO ....GJTirelli



TELEVISIONE E SPAZZATURA – LA CAUSA E L’ EFFETTO 

Come stupirsi dell’impressionante escalation della violenza nei paesi industrializzati? É pura ipocrisia!
È come se tutti noi, abitando in una fogna, ci meravigliassimo nel vedere sempre più persone mangiare merda: é la televisione la nostra realtà.
L’immagine che più di ogni altra rappresenta inequivocabilmente la televisione, è quella di un’immensa discarica, e come tale andrebbe bonificata: dagli sponsor, dalla pubblicità, da migliaia di parolai, servi ed impostori, che ci dispensano ignoranza, trivialità e paura.
Oggi, i miasmi di questa discarica e la loro tossicità è tale, da non lasciare spazio a nessun futuro. I nostri figli erediteranno il tanfo della fine.   
La televisione, per una sorta di causa effetto, ha assunto le sembianze di un’immensa cloaca, subissando la storica “Massima Romana”, per quantità, fetore, e per un infinito quanto vario numero di escrementi dai nomi più stravaganti come: reality, grande fratello, l’isola dei famosi, c’è posta per te, amici, tuttologi, massmediologi, opinionisti e affini.

Gli italiani hanno accettato con entusiasmo questo nuovo modello che la televisione impone loro secondo le norme della Produzione creatrice di benessere (o, meglio, di salvezza dalla miseria)”.
Lo hanno accettato: ma sono davvero in grado di realizzarlo?
No. O lo realizzano materialmente, diventandone la caricatura, o non riescono a realizzarlo che in misura così minima da diventare vittime. Frustrazione o addirittura ansia nevrotica sono ormai stati d’animo collettivi”.
Pasolini - 1975

Per milioni di anni, l’uomo non ha mai prodotto nulla che non fosse biodegradabile, o che non rientrasse nel naturale processo di decomposizione e trasformazione delle cose.
La “Spazzatura” fa il suo debutto in società, nei primi anni 50, quando, per una singolare concomitanza, la nostra cara TV, faceva per la prima volta la sua apparizione, nelle case degli italiani. Che ci sia un nesso logico, fra la spazzatura e la televisione? Assolutamente si!
Queste due inquietanti entità, sono legate, tra di loro, a doppio nodo e sono le due facce di una stessa medaglia.
E’ innegabile che con l’avvento della TV commerciale, tutta questa spazzatura che ci sommerge abbia avuto un incremento esponenziale incontrollato e che nessun inceneritore, oggi, potrà mai smaltire i miliardi di tonnellate di questa “Monnezza” che il sistema vomita quotidianamente sulle nostre vite.
Oscurare la TV commerciale, dunque, è il primo passo al fine di risolvere in maniera sostanziale, il problema della spazzatura – congiuntamente, vanno definite regole ferree per quella pubblica.
Agli imprenditori, dovrebbe essere vietato ogni tipo di Sponsor, finalizzato a propagandare prodotti di nessuna qualità, per investire questo denaro per elevare al massimo la loro genuinità ed eccellenza. Questa è la vera e sola concorrenza!
Solo così riacquisteremo dignità. Testimonial di “razza” come calciatori, piloti, attori, imbonitori e affini, dopo decenni di vacche troppo grasse, dovranno drasticamente ridimensionare i loro ingaggi, non solo perché inverosimili, ma per rispetto a tutti quei lavoratori veri che consumano la loro esistenza dentro fabbriche tossiche, per mille euro mensili.
A meno spazzatura, corrisponde più civiltà, e le condizioni necessarie per una vita, degna di essere vissuta.

 “Nel tempo stesso, il ragazzo piccolo borghese, nell’adeguarsi al modello televisivo (che, essendo la sua stessa classe a creare e a volere, gli è sostanzialmente naturale)  diviene stranamente rozzo e infelice. Se i sottoproletari si sono imborghesiti, i borghesi si sono sottoproletarizzati. La cultura che essi producono, essendo di carattere tecnologico e strettamente pragmatico, impedisce al vecchio “uomo” che è ancora in loro, di svilupparsi.
Da ciò deriva in essi una specie di rattrappimento delle facoltà intellettuali e morali.
La responsabilità della televisione, in tutto questo, è enorme. Non certo in quanto mezzo tecnico, ma in quanto strumento del potere e potere essa stessa. Essa non è soltanto un luogo attraverso cui passano i messaggi, ma è un certo elaboratore di messaggi. È il luogo dove si fa concreta una mentalità che altrimenti non si saprebbe dove collocare. È attraverso lo spirito della televisione che si manifesta in concreto lo spirito del nuovo potere.
Non c’è dubbio (lo si vede dai risultati) che la televisione sia autoritaria e repressiva come mai nessun mezzo di informazione al mondo – un virus letale e globale.
Il giornale fascista e le scritte sui cascinali di slogans mussoliniani fanno sorridere; come (con dolore) l’aratro rispetto ad un trattore. Il fascismo, voglio ripeterlo, non è stato sostanzialmente in grado nemmeno di scalfire l’anima del popolo italiano: il nuovo fascismo, attraverso i nuovi mezzi di comunicazione e di informazione (specie, appunto la televisione), non solo l’ha scalfita, ma l’ha lacerata, violata, bruttata per sempre….” Da “Scritti corsari” di Pier Paolo Pasolini – prima edizione 1975


GJTirelli

UNA CLASSE POLITICA CHE RUBA IL PANE AI NOSTRI FIGLI


UNA CLASSE POLITICA CHE RUBA IL PANE AI NOSTRI FIGLI

Fino al momento in cui questi signori non ci vedranno veramente incazzati, determinati e irremovibili, a tal punto da vedere a rischio la loro incolumità fisica, persisteranno nei loro comportamenti criminogeni, certi come sempre, che il branco plebeo (coniglio per definizione) si adeguerà chinando il capo, alle loro decisioni.

Disoccupazione, precarietà, salari da fame, qualità della vita in caduta libera, disegnano quel paesaggio drammatico e angosciante, che riproduce una società svuotata da ogni diritto sociale e civile, di significato di bene comune e di senso dello stato.
E intanto noi, che dopo una vita di sacrifici e di privazioni, ci troviamo costretti a pagare la tangente su di un bene primario (la casa di abitazione) sancito come diritto inalienabile dalla stessa Costituzione. Di cosa vivranno un giorno i nostri figli?
Una vera e propria estorsione legalizzata, degna solo dei peggiori regimi autoritari – una gang del malaffare che affonda le sue mani insanguinate nelle tasche ormai vuote dei cittadini, sottraendo loro gli ultimi spiccioli rimasti e ogni mezzo di sostentamento.
Di quale crescita parlano? Di quale sviluppo? Di quale progresso?
Si finanziano le banche, le lobby e i gruppi di potere, si consolidano consorterie e logge, corporazioni e caste, e tutto questo sottraendo miliardi di euro alla comunità ormai ridotta alla canna del gas e indotta al suicidio. Nel frattempo, questi maiali all’ingrasso non rinunciano al benché minimo privilegio, e fanno fronte comune affinché il “FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI” non venga messo in discussione.
Potremo mai trovare conforto e solidarietà fra le braccia dei nostri carnefici, sull’onda di un incomprensibile autolesionismo dai tratti masochistici? 
E visto che si parla tanto di merito e di meritocrazia, a maggior ragione la stessa logica va applicata a questa classe politica escrementizia, e sulla base dei risultati prodotti, deciderne la vita o la morte. 
Con tutta quella montagna di soldi che percepiscono a sbaffo, sarebbe logico ed etico che si autofinanziassero e che restituissero ai cittadini il mal tolto e la loro dignità.
Se non si ricreano le condizioni di lavoro e l’occupazione, distribuendo risorse, ricchezza e opportunità (così da alimentare la domanda interna, oggi drammaticamente compressa), l’indignazione dei cittadini, trasfigurerà ben presto, in rabbia e sete di vendetta, e tutto precipiterà per il peggio. 

Quel travaso di sangue che la politica impone alla cittadinanza, ha come scopo il risanamento di quei buchi di bilancio relativi a sistematiche ruberie, che la stessa ha prodotto a nostre spese e che, oggi, in tutta fretta, si appresta ad appianare sfrattando e mandando per strada milioni di onesti lavoratori.
Come pensano di agganciare la ripresa, quando le fabbriche chiudono, e imprenditori, artigiani e lavoratori si suicidano, mentre i consumi precipitano?
  
Siamo stanchi di assistere inermi all’atteggiamento irresponsabile dei grandi detentori di patrimoni che pur strafogando nella ricchezza, si astengono da ogni concreto sacrificio per salvare la baracca. Loro, che come moderni barbari hanno messo questo paese a ferro e fuoco, depredandolo di ogni sua risorsa.
I cittadini sono col culo per terra, e pertanto, se di sacrifici si tratta, vanno richiesti a loro: ai ricchi evasori, ai banchieri speculatori, ai ladri e corruttori, ai faccendieri, che per decenni hanno succhiato il sangue alla parte più debole e indifesa della società, oggi alla flebo. Questo succede perché siamo divisi, l’uno contro l’altro, in questa guerra fra poveri stupidi, contro altri stupidi che vorrebbero arricchirsi a spese degli altri.
Stipendi stratosferici e tutti quei privilegi e vantaggi che alla faccia della miseria, la politica nostrana distribuisce ai suoi rappresentanti, sono il terreno di coltura che, per un intrinseco automatismo, seleziona i peggiori elementi della società trasfigurando il parlamento, da un cenacolo di etica e di diritto, in un mercato delle vacche dove si prostituisce la dignità a fronte di interesse particolare e impunità.

“Votare un furbo, non vuol dire che lo sei anche tu - significa che sei un coglione!”


GJTirelli

Ucraina, tra guerra e reazione Intervista a Yuri Shakhin, Proty techii (Controcorrente)

Ucraina, tra guerra e reazione

Intervista a Yuri Shakhin, Proty techii (Controcorrente)

15 Settembre 2014
donetsk
La situazione ucraina è di nuovo sull'orlo di un'ulteriore precipitazione. Mentre l'obiettivo dell'assedio finale ad est potrebbe risolversi in una resa dei conti, in stile ceceno, senza possibilità di uscita per Donetsk, una permanente guerriglia a bassa tensione è ciò che resta e che minaccia costantemente la tregua seguìta ad una battaglia strategica come quella di Mariupol', porto sul mare di Azov, prima offensiva che sia mai stata tentata da Donetsk, a fine agosto. Il tutto mentre Poroshenko lavora al coinvolgimento della NATO e fa sfoggio di volontà revansciste ("La Crimea tornerà ad essere ucraina").
Degli sviluppi degli ultimi mesi ad est e ad ovest e dell'intera situazione abbiamo parlato a fine agosto, in occasione del campeggio internazionalista del Partito Rivoluzionario dei Lavoratori, in Turchia, con Yuri Shakhin dell'organizzazione marxista rivoluzionaria Proty techii (Controcorrente), vicina al Coordinamento per la Rifondazione della Quarta Internazionale, di cui il PCL è sezione italiana.

Qual è la situazione generale dell'Ucraina occidentale e del sud? Come descriveresti la fase attuale?

Dopo la vittoria di Maidan e l'annessione russa della Crimea, c'è stata nell'Ucraina centro-occidentale e del sud una grande ondata di nazionalismo e di patriottismo. Il governo temporaneo di Yatseniuk l'ha utilizzata con molta sapienza, ai suoi fini, per unire tutto il popolo ucraino attorno ad esso. Insomma, per legittimarsi e rafforzarsi. Hanno fatto in modo che le attività e le manifestazioni antigovernative venissero viste come attività organizzate e gestite direttamente da Putin. In estate questa ondata di nazionalismo è ulteriormente aumentata. Ogni dimostrazione di opposizione è stata dichiarata ostile in quanto "russa". Questa propaganda ha avuto effetto ed è penetrata tra i cittadini. Ad esempio, in molti ad Odessa pensano seriamente che i morti della strage del 2 maggio fossero davvero agenti russi. L'opinione pubblica pensa che in questo momento l'Ucraina sia aggredita dalla Russia, che sia la Russia ad attaccare.

In questo quadro, qual è l'azione e il ruolo delle opposizioni al regime di Kiev?

Le opposizioni, nell'ovest, nel centro e nel sud del Paese, esistono sono solo su internet. Ma il governo sta correndo ai ripari. Ormai il governo controlla tutto, tutti i mezzi di comunicazione, nazionali ma anche regionali. In ogni caso, le mobilitazioni di massa che ancora c'erano in primavera, adesso non ci sono più. Adesso stiamo assistendo a manifestazioni contro la guerra, che poi sono l'unico genere di manifestazioni che hanno luogo. Queste manifestazioni sono di due tipi: c'è chi protesta contro la guerra in quanto tale e chi protesta contro la partecipazione dei propri parenti alla guerra. Il secondo tipo di manifestazione è molto diffuso. Il governo non dà informazioni su queste proteste. Ciò che è interessante è vedere che queste manifestazioni avvengono nelle provincie dell'estremo ovest, in città come Chernivtsi, Verkhovyna, Berehove, Lviv, città dove non solo non c'è mai stato nessun tipo di manifestazione di opposizione dopo Maidan, ma che anzi avevano fornito supporto attivo a Maidan, dato che molti supporter venivano da lì. Mentre adesso vedono che il governo non fa gli interessi dei lavoratori, ma che invece li manda in guerra.

Quali sono le posizioni espresse da questi manifestanti?

La gente dice: "Siamo patrioti, ma non vogliamo combattere", oppure: "Date armi buone ai nostri figli". La legge ucraina stabilisce che i soldati debbano ricevere salari alti, e in caso di morte, che debbano ricevere una cospicua ricompensa. Ma il fatto è che il governo di Kiev non ha soldi, per cui non possono stipendiare i soldati. Quindi il governo cerca di aggirare la cosa dicendo che i soldati sono volontari. Cioè facendo figurare l'esercito regolare come esercito di volontari. Il governo ha organizzato tre grandi campagne di reclutamento. L'ultima è iniziata alla fine di luglio. La prima era stata a marzo, ed aveva avuto un certo successo. Quella di luglio invece, si è risolta quasi in un fallimento. Gli uomini fuggono per non essere costretti alle armi. L'apparato dell'esercito è costretto a cercare i "volontari" e a farli reclutare con la forza.

A quale apparato ti riferisci?

Parlo dell'apparato dell'esercito statale, regolare. L'esercito ucraino è stato indebolito con la fine dell'URSS. L'Ucraina decise di dismettere e depotenziare l'esercito e di aumentare e potenziare la polizia, che infatti è molto forte. Come Controcorrente, abbiamo condotto un'indagine in materia, e ne abbiamo dedotto che i governi ucraini post-sovietici hanno coscientemente perseguito questo obbiettivo perché volevano prepararsi a gestire la situazione interna, a sorvegliare e reprimere la popolazione ucraina.

Qual è l'attività, ad oggi, di Svoboda e Pravyi Sektor?

Oggi la loro attività è concentrata sulla guerra ad est. I loro militanti sono nel Donbass. In questo mese (agosto, ndr) sono stati riconosciuti e legalizzati i loro gruppi armati, che sono stati irregimentati nella polizia. In pratica, alle loro milizie sono stati conferiti i gradi della polizia e svolgono funzioni di polizia. Nel resto del Paese, centro, ovest e sud, Svoboda e Pravyi Sektor non sono più presenti come in primavera; la loro attività in queste zone è diminuita.

Puoi parlarmi della situazione di Donetsk e Lugansk?

Ciò che viene conosciuto con i nomi di Repubblica Popolare di Donetsk e Repubblica Popolare di Lugansk è nei fatti una federazione, dal momento che hanno trovato una loro unità, in primo luogo di funzione difensiva, e si sono autodenominati Federazione della Nuova Russia. A livello politico ci sono differenze fra loro, ad esempio fra le loro costituzioni. Quella della repubblica Popolare di Donetsk è simile alla costituzione sovietica del 1977. Queste "repubbliche" non hanno avuto tempo e modo di sviluppare un apparato amministrativo civile. C'è una prevalenza dell'apparato militare, anche rispetto alle funzioni amministrative civili. I leader dell'apparato militare sono allo stesso tempo i leader politici. Non ci sono partiti politici veri e propri, in quanto l'aspetto militare, legato alla necessità della resistenza contro il governo di Kiev e i fascisti, prevale sugli aspetti della vita politica. Il pericolo, in questa situazione di emergenza, è che si formino regimi autoritari. Erano previste elezioni a settembre, indette a maggio. All'interno delle Repubbliche Popolari ci sono posizioni e orientamenti politici differenti. Sappiamo che a Lugansk si è formato di nuovo il Partito Comunista (il PCU, Partito Comunista Ucraino, di tradizione nazional-stalinista, perseguitato dopo Maidan, ndr). Il presidente del Parlamento della RPD è un ex PCU. Anche Borot'ba è presente, e ha deciso di cambiare nome in Movimento Comunista della Nuova Russia.

Nell'evoluzione che a partire da Maidan ha portato alla formazione delle Repubbliche, che tipo di rapporto c'è stato e c'è tra le Repubbliche, appunto, e la popolazione locale?

Subito dopo Maidan all'est nessuno voleva la guerra. All'inizio dell'insurrezione la maggior parte della popolazione era passiva. Ma quando l'esercito ucraino iniziò ad attaccare, la situazione cambiò in fretta. Il sostegno della popolazione cominciò a manifestarsi. Si calcola che oggi le Repubbliche godano, sul piano militare, di circa ventimila miliziani.

E prima dell'attacco del governo quanti erano i miliziani?

Fino a maggio fra i tre e i cinquemila.

E i lavoratori come hanno reagito? Che rapporto c'è con l'insurrezione?

Anche i lavoratori erano passivi, fino alla formazione delle Repubbliche. Le prime attività di una certa consistenza risalgono a fine maggio, dopo la proclamazione d'indipendenza, con le prime manifestazioni a favore delle Repubbliche. A partire da allora, i lavoratori hanno iniziato a partecipare attivamente alle milizie. Il primo segnale di una presenza sociale dei lavoratori arriva con le dichiarazioni dei minatori, e con la lettera aperta di luglio. Il proletariato della regione ha sin da subito manifestato per la fine della guerra. In queste dichiarazioni i lavoratori hanno chiesto quale fosse lo scopo vero di questa guerra, ma nessuno ha risposto loro, neanche ad est.

Si può parlare di sostegno politico dei lavoratori alle Repubbliche Popolari e alle loro dirigenze?

Come ho già detto, c'è diversità di posizioni all'interno delle Repubbliche. I lavoratori, pur essendo schierati dalla parte della resistenza al governo di Kiev, non trovano risposta ai loro interessi. Anche se hanno consentito a Borot'ba di gestire alcune fabbriche e di combattere all'interno delle milizie, i vertici degli insorti hanno altre posizioni. Parlando delle nazionalizzazioni e del controllo operaio, Aleksandr Zakharchenko, il Primo Ministro della Repubblica Popolare di Donetsk, in parlamento si è rivolto ai comunisti dicendo: "Non sperate di fare come in URSS!"

Come si spiega, allora, che il sostegno alle Repubbliche continui ad essere garantito, da parte dei lavoratori? Come è possibile che ci sia questo contrasto fra la base e i vertici?

Si spiega con il fatto che la leadership politico-militare delle Repubbliche Popolari è fondamentalmente piccolo borghese. E ciò spiega anche la presenza fra gli insorti e nella stessa leadership di posizioni grandi russe e di estrema destra. Ciò costituisce la principale contraddizione politica all'interno delle repubbliche, e se i lavoratori prenderanno l'iniziativa sarà motivo di una tensione sempre maggiore.

Qual è la visione che Controcorrente ha della Russia?

La Russia è essa stessa parte delle tensioni e delle contrapposizioni che si accumuleranno fra gli interessi del proletariato e la politica seguita dai vertici delle Repubbliche Popolari.

Voi avete definito la Russia stato imperialista.

Sì, per noi il completo ristabilimento della proprietà privata e lo sviluppo del capitalismo hanno portato la Russia ad essere uno stato imperialista. Oggi la Russia ha raggiunto un livello di allargamento del proprio capitale interno e della propria produzione che gli consente di esportare merci e capitale al di fuori dei suoi confini.

C'è chi sostiene che non basti l'esportazione di merci e capitale per caratterizzare un Paese come imperialista.

È vero, ma nel caso della Russia noi vediamo che, oltre a ciò, il capitale industriale è strettamente connesso al capitale bancario non solo russo, ma mondiale. E questo, secondo Lenin, è una delle caratteristiche distintive dell'imperialismo.

Per concludere, come dovrebbero intervenire in questa situazione i rivoluzionari? E come valuti lo sviluppo dello scontro con il governo?

Bisogna intervenire tra i lavoratori e nella base attiva delle Repubbliche Popolari, tenendo però conto delle difficoltà di cui ho parlato. Ma il fronte va allargato ad ovest. È necessario che all'iniziativa dei lavoratori dell'est si unisca il proletariato dell'ovest. È difficile dire quale sarà il corso degli eventi, ma non penso che, in queste condizioni, le Repubbliche potranno resistere ancora per più di un anno o un anno e mezzo.
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI

CAOS TOTALE. MAYHEM. APATIA.....P.BARNARD

[Alcune considerazioni su...]

CAOS TOTALE. MAYHEM. APATIA.

Il Mercato. Gli Investitori. Sì, è vero, oggi sono il governo del mondo, ma sono caos, allucinazione pura, ‘mayhem’. Draghi, e prima Bernanke, inondano l’occidente di liquidità. Da una parte hai una muraglia di investitori che si spappolano sul terrore di una Liquidity Trap, dall’altra hai quelli che manco la vedono e si lanciano nel vuoto delle bonds assets bubbles, le bolle dei titoli di Stato, che saranno distrutti dal primo rialzo dei tassi d’interesse delle Banche Centrali (quelli italiani per primi), immancabile fra poco. E ancora da un’altra parte hai quelli che pompano nelle Borse con una bolla d’investimenti che si vede dalla Luna, per poi capire che i prezzi che hanno in mano sono venti volte il loro fair value, e panico. Tutto cola in un calderone d’inferno fuori controllo, dove non esiste politica che ci capisca qualcosa o che ci possa fare qualcosa.
E fuori dalla scatola esce di nuovo la parola 'crisi'. Oh! Sangue. Oh! Ne parla la Tv. Ohhhhhhhh!
Ma a voi cosa interessa? You’ve become comfortably numb. Apatia. Apatia. A P A T I A

Notizie.....CONTROPIANO.ORG

Contropiano.org

 


L’Isis e l’attacco al reporter

Lancia l’allarme il giornalista e scrittore Ahmed Rashid, decano dell’informazione fatta vis-à-vis con l’uomo nero. Negli anni Novanta lui i Talebani li ha conosciuti e frequentati, tanto da dedicargli...Leggi tutto

Italia. Quasi otto milioni di persone senza un lavoro "vero"

La fonte è insospettabile ma non certo neutrale. Oggi è stato il Centro Studi di Confindustria a lanciare l'allarme sull'economia del nostro paese: “siamo ancora in recessione e rischiamo di sprofondare,...Leggi tutto

Le guerre degli imperi riluttanti

Un secolo è trascorso dalla Prima Guerra Mondiale, quella che alcuni definiscono la Grande Guerra e ancora pochi qualificano come dovrebbe: il grande massacro dei popoli europei. Per il grande storico...Leggi tutto

Ucraina. La Nato si esercita coi golpisti, altri morti a Donetsk

Come si fa a organizzare delle esercitazioni militari in un paese dove da pochi mesi c’è stato un colpo di stato e dove il nuovo regime ha scatenato una guerra di aggressione contro una parte della...Leggi tutto

Delegati e iscritti Cgil protestano sotto la Cgil

Oggi, mercoledi, è stata convocata una giornata di mobilitazione delle delegate e dei delegati dell’area d’opposizione della Cgil “Il sindacato è un’altra cosa”. "Cgil sveglia!" è il titolo...Leggi tutto

Democrazia sul lavoro. Non solo una notte bianca. Udienza il 25 novembre

Una “notte bianca” ricca di interventi, dibattiti, testimonianze dal mondo del lavoro, ma fatta anche di musica, teatro e poesia. Con tante lavoratrici e tanti lavoratori, insieme ad artisti, intellettuali,...Leggi tutto

Renzi alla Camera, un discorso da dittatura

Non è stato un semplice spot pubblicitario il discorso di Matteo Renzi questa mattina alla Camera per presentare i cosiddetti "Millegiorni". E nemmeno l'ennesima dimostrazione dell'ormai celebre "annuncite". E'...Leggi tutto

Fermo: uccisi dalla crisi in un deserto chiamato Marche

La storia ha fatto il giro dei tg già all'ora di pranzo. Imprenditore spara e uccide due ex dipendenti. Loro, forse, si erano presentati con una piccozza, e sicuramente erano lì per chiedere degli stipendi...Leggi tutto

Il primo obiettivo resta il "mercato del lavoro"

Se uno legge i discorsi di Renzi e degli altri ministri senza tener conto delle "indicazioni" che piovono quotidianamente da Bruxelles e dalla Troika non può arrivare a capire cosa c'è di sostanzioso...Leggi tutto

Ferrovieri in lotta. Comitato per Sandro Giuliani

Difendiamo uno per la sicurezza di tutti! L’udienza di appello per il reintegro di Sandro Giuliani,  prevista per il 5 febbraio e rinviata in quanto ai giudici non erano stati consegnati in tempo...Leggi tutto

Operazione Isis, l’obiettivo è la Cina

Mentre l’Isis diffonde attraverso le compiacenti reti mediatiche mondiali le immagini della terza decapitazione di un cittadino occidentale, suona un altro campanello di allarme: dopo essersi diffuso...Leggi tutto

Meridiana licenzia 1.478 dipendenti, mobilitazione immediata

L'Unione Sindacale di Base denuncia di aver appreso dalla stampa dell'avvio della procedura di licenziamento di ben 1478 dipendenti delle società MeridianaFly e Meridiana Maintenance, praticamente tutto...Leggi tutto

Ken Loach agli scozzesi: “riprendetevi il controllo delle vostre vite”

Il regista inglese, celebre per i suoi film sulla classe operaia e sulle persone ai margini della società del benessere, ha dichiarato nei giorni scorsi che «ora tocca agli scozzesi riprendersi il controllo...Leggi tutto

Decreto "Sblocca Italia", verso la privatizzazione dell'acqua e dei beni comuni

Solo venerdì è stato pubblicato il testo del cosiddetto decreto "Sblocca Italia". Ci sono voluti quasi 15 giorni prima che venisse alla luce essendo stato licenziato nel Consiglio dei Ministri del 29...Leggi tutto

Ebola. In Africa arrivano tremila soldati statunitensi. Partiranno da Vicenza?

L'amministrazione Usa invierà tremila soldati Usa in Africa Occidentale “per combattere Ebola”. È questa la strategia annunciata dal presidente americano Barack Obama. Ufficialmente è una operazione...Leggi tutto
  

 Domande? Scrivici a redazione@contropiano.org

lunedì 15 settembre 2014

SIAMO IN UN MARE DI MERDA.......GJTirelli






SIAMO IN UN MARE DI MERDA

Sono stanco di vivere con dei morti, stanco della loro fasulla indignazione, delle loro parole prese in prestito, trafugate e spacciate come verità assoluta sull’onda dell’ultima notizia e scoop di giornata.
Ne ho piene le palle delle manifestazioni di piazza, di comitati, associazioni e contraddittori politici – di telegiornali, di spread, di PIL, di crescita e di sviluppo.

Siamo in un mare di merda così grande da non scorgerne i confini. Una merda con la quale ci alimentiamo ogni santo giorno senza batter ciglio, ma che partecipiamo a produrre come vermi aggrovigliati l’un l’altro dentro questa fogna in cui è trasfigurata la nostra vita moderna. Ci hanno scaraventato al centro di un inferno fatto di paure, angosce e solitudine, mentre la nostra anima galleggia defunta sulla superfice stagnante di un oceano di menzogne e di infamia.

Quali diritti, quali doveri, quale informazione, quale conoscenza, se tutto questo non si è tradotto in fatti, azione tangibile e in legittima rivoluzione! Ma cosa stiamo ancora aspettando perché ci si risvegli da questo incubo, e porre fine a questo maleficio!
Non abbiamo una vita, non abbiamo una privacy – ci hanno sottratto ogni motivo di felicità e di speranza e quel giorno, quando i nostri figli avranno bisogno di aiuto, noi non ci saremo!
Sarebbe stato meglio per loro che non fossero mai nati!


GJTirelli

notizie CONTROPIANO.ORG

Contropiano.org

 


Pessime prognosi al capezzale dell'Italia

L'incubo di ogni premier “ottimista” per vocazione è la pioggia di analisi quasi scientifiche che smontano il suo frasario cazzeggione. Era successo a Craxi, ha tormentato per venti anni Berlusconi...Leggi tutto

Ucraina, la tregua è carta straccia. Arrivano i panzer tedeschi

La tregua siglata a Minsk il 5 settembre è stata tale solo in parte, e le violazioni sono state molteplici. Prima episodiche, poi quando le truppe ucraine rafforzate dai nuovi invii di soldati e armi...Leggi tutto

Ferrovieri, quattro giorni di sciopero e mobilitazione

I ferrovieri scioperano quattro giorni: 18, 19, 20 e 21 settembre 2014 SCIOPERO NAZIONALE dei ferrovieri (garantiti i treni previsti dalla legge): treni merci fermi dalle 21 di giovedì 18, alle 21 di...Leggi tutto

Dagli Stati Uniti tempesta sui centri commerciali. Inizia il declino dei Mall?

Un vero e proprio “tornado” si sta addensando sopra le testa dei malcapitati lavoratori delle catene dei centri commerciali statunitensi.   Un servizio apparso recentemente in un inserto del...Leggi tutto

Svezia al voto: avanti i socialdemocratici, boom dell’estrema destra

Dopo otto anni di ‘esilio’ all’opposizione i socialdemocratici svedesi guidati da Stefan Lofven tornano a primeggiare alle elezioni politiche sconfiggendo l’arcipelago delle forze di centrodestra...Leggi tutto

Palermo, la boxe antifascista

E’ una calda giornata di fine estate a Palermo: mentre la quasi totalità dei palermitani cerca sollievo dallo scirocco rifugiandosi nelle spiagge di Mondello o boccheggiando di fronte ai condizionatori...Leggi tutto

Renzi contestato a Bari e Taranto. “Sull’Ilva in campo solo due posizioni: Confindustria e Usb”

Renzi ieri era in Puglia. Ma se pensava ad un giro trionfale è stato bruscamente smentito, soprattutto a Taranto dove la questione dell'Ilva continua a rimanere il fattore decisivo sul futuro del lavoro,...Leggi tutto

Paracadutisti italiani nell’inferno centrafricano

Nuovo intervento delle forze armate italiane in terra africana. Nei giorni scorsi si è concluso a Bangui, capitale della martoriata Repubblica Centrafricana, lo schieramento di una cinquantina di militari...Leggi tutto

Firenze: i No Tav scrivono a Matteo Renzi

Nessuna opera, signor premier, ha inanellato in Italia record negativi così numerosi e variegati come quelli che è riuscita a totalizzare la TAV. Nella ‘rossa’ Toscana, uno degli epicentri del sisma...Leggi tutto

Referendum: le due Scozie che tifano indipendenza

Il 18 settembre i cittadini britannici ed europei maggiori di 16 anni e residenti in Scozia sono chiamati alle urne per il referendum che chiede l’indipendenza di Edimburgo dal Regno Unito dopo più...Leggi tutto

Convocata sessione del Tribunale Russel sui crimini a Gaza

Mercoledì 24 settembre giudici, giuristi, funzionari delle Nazioni Unite, giornalisti e intellettuali si riuniranno a Bruxelles per una sessione di emergenza del Tribunale Russell sulla Palestina, concentrandosi...Leggi tutto

Renzi, De Magistris ed il futuro di Bagnoli

E’ veramente uno sgradevole tiro mancino - contro Napoli e l’Amministrazione di Luigi De Magistris - ciò che il governo Renzi ha prodotto, nel decreto Sblocca Italia, a proposito della futura governance...Leggi tutto

Montezemolo aveva già il salvagente pronto: Alitalia

Per qualche deficiente dotato di spirito "nazionale", la sortita di Luca Cordero di Montzemolo davanti alla sfanculata di Sergio Marchionne ("Ferrari non vince da sei anni, nessuno è indispensabile"),...Leggi tutto

Africa: Cuba invia medici e infermieri per combattere l'Ebola

Centosessantacinque operatori sanitari cubani sono in procinto di partire per la Sierra Leone e a prolungare la loro permanenza fino a sei mesi per offrire il proprio contributo nella lotta contro l’epidemia...Leggi tutto

Gaza, ritorno a scuola

Non mancano solo i banchi, in molti casi non c’è più la scuola, ridotta a un cumulo di macerie. E soprattutto non ci sono tanti compagni, finiti sotto le bombe dell’ennesimo sterminio. Immotivato....Leggi tutto
  

 Domande? Scrivici a redazione@contropiano.org

GRATIS

associazione di idee

A cena con l'assassino: TTIP Così ci avvelena il il menù


Principale Sicurezza Alimentare significa Veleni Più, e quindi piu Malattie. E 'il grande business del colosso Agroalimentare sta facendo parte di Che Nelle Trattative Tra Di Leone Segrete Usa e Ue per il TTIP, il Commercio Transatlantico sul Trattato destinato al pareggio delle sconvolgere l'Europe salvaguarderà, FRUTTO Leggi di di Mezzo Secolo e conquisterà. In questo Partita epocale, Condotta di testa di miliardo Chiuse Silla Europei porte di mezzo il Giornalista Colin Todhunter svela autonomo ruolo e dai ricercatori inglese e il Dai dei Grandi decisivo Ricercatori Cibo Industrializzata la decisione di TARIFFA piazza pulita degli "ostacoli normativi Inutili." In ALTRE parole: vogliono "il tuo indebolire Lavorative visionato, socializzazione, Normative Ambientali e le di tutela dei Consumatori." L'e Concetto "Gruppo ad alto LIVELLO Sulla Crescita e l'Occupazione" dell 'tecnocratico "sala super-euro-atlantico DiChiara Che occuparsi di di Crescita "Oltre al Settore delle Biotecnologie, i Gruppi di pressione per l'Raggiungere includono Accordo Toyota, General Motors, l '. industria farmaceutica, Camera di Commercio e Ibm il statisti degli Uniti, Massima American Hall. Fetta di Ma grossa SARA, Quella Più dell ' industria del Cibo.
"Business Europe", il Che il principale Organizzazione rappresenta i datori di Lavoro in Europa, ha presentato la Propria STRATEGIA in un economico e commerciale dell'UE Trattato Usa nia Primi Mesi 2012, in un post Ricorda ripreso Todhunter dà "Vieni Don Chisciotte". I Suoi "suggerimenti" Furono Ampiamente bozza di Nella dell'Ue mandato inclusione. "L'Accordo potrebbe autorizzare societa se sfidare una vasta gamma di Legge Esse non gradiscono Regolamenti Che." Il Piano "l'Attività Guidare decisionale" SOTTOBANCO "in QUESTO evitando il modo democratico Controllo e permettendo alle Aziende di" tenere in ostaggio "i Processi normativi." Nella prassi, l'Ue dovrebbe "Riconoscere" Io Leggi Usa , in Fatto di Che Sono quasi inesistenti nella specie tutela SETTORI l'Agricoltura Mangiare. cibo "lobby Il Cibo" e Bevande Europa "ha Richiesto l'agevolazione della Presenza di un minimo di di colture geneticamente LIVELLO modifica il ritiro" non autorizzate Oggi in Europa ". viene anche appoggiato CIO dei Dai Commerciali e dei Giganti Mangimi Cereali, TRA cui Cargill, Bunge, ADM e la più grande lobby degli agricoltori Copa-Cogeca. "
Che Il Peggio E E 'per QUESTO ACCORDO i negoziati avvolti mistero Sono Nel'. Associazioni, Sindacati e Ong? Tutti "estromessi un PIANIFICAZIONE guidata prega di dire una Dalle Aziende." E 'il sintomo "dell'etica Generale e delle Pratiche e dei burocrati Funzionari di Bruxelles" Todhunter Scrive: approvato E Il fossato TTIP cementerebbe "la progressiva Ristrutturazione uno degli prega Interessi delle economie delle elite." E l'altra pessima notizia - per la salute degli Europei - Che E 'Nessun Settore ha esercitato pressioni europea Più Chair Commissione' di di di Quello Agroalimentare, il ATTRAVERSO "DG Commercio" Direzione Generale Cioè sul Commercio Ue. Secondo il Ceo, "Osservatorio Europa Corporate", "se multinazionali Cibo, ho EI Agricoli Commercianti Produttori di sementi avuto contatti Hanno il Dipartimento di Più" Che non "i lobbisti della farmaceutica, della chimica, dell ' industria e auto Finanziaria Insieme delle Messi. "Dei 560 Che Incontri con le lobby" DG Commercio "ha preparato per i negoziati Tenuto, 520 (il 92%) Sono statica i lobbisti aziendali, mentre il solo il 26 (4% IL) i Gruppi di Pubblico acquistati. OGNI Per un incontro Sindacato o Gruppo di Consumatori, vedere Sono ne lui statica e Aziende 20 con Industrializzata federazioni.
Vieni Rivela Pia Eberhardt commerciale per Azione attivista Ceo Nel "," DG Commercio "Gli ha AttivaMente coinvolto sala affaristi Nel redigere delle il TTIP Posizione dell'Ue per il mio Posto Di Nuovo Il Rotore a bada" fastidiosi "sindacalisti e ALTRI di Pubblico Gruppi . ACQUISTATO »RISULTATO:. di Tutto il nell'agenda 'e business del petrolio, il Che Mette molte in pericolo per le quali-conquista in Europa PERSONE Hanno lottato a Lungo, ambrogetta Normative di Sicurezza Alimentare alla tutela dell'Ambiente" E in fila grezzo nell'assalto Alle Europee normativo, c'e proprio l ' industria dell'Alimentazione. Cosa Nina Conferma Olanda, attivista Nel Settore Agroalimentare Portata Ceo: "Le hall Agroalimentare Settore, Mangiare l ' industria pesticidi Dei, Hanno Fortemente Scoperta E Stata una Spinta pappagallo Programmi di AI I negoziati del TTIP Trattati con l'Obiettivo di Minare se Alimentari vigenti normativo dell'Ue. Strumenti Commerciali Venire il "riconoscimento reciproco" e la "Cooperazione regolamentare" rischiano di portare ad un'erosione di Lungo Nel Sicurezza Alimentare Degli L 'standard di periodo. industria sta di utilizzare scherma anche TTIP per il Lontano deragliare Importante Iniziative comunitarie Quella di Mangiare affrontare il problema delle sistema endocrino Che il Sostanze Chimiche Alteran. "
Nella "grande abbuffata" non ovviamente Mançano se telecomunicazioni e l'IT (Information Technology), l ' industria Tavolo di indicizzazione, Ingegneria e L'il Settore Chimico. A decidere, Accanto Agli statunitensi, Sono i colossi SOPRATTUTTO Inglesi e Tedeschi, rappresentati da "Business Europe" e Dallo "Service Forum europeo", un atrio corredo Società di Servizi di Grandi Mangiare Deutsche Bank e The City Uk. I Dati, aggiunge Todhunter, Che poi rivelano Oltre il 30% (94-269) ACQUISTATO Gruppi dei di l'Privato Che Hanno Settore esercitato pressioni Silla "DG Commercio" per il dal Registro Assenti TTIP Sono per la Trasparenza dell'Ue: TRA QUESTI vide Grandi Aziende Sono mangia Wal-Mart, Walt Disney, General Motors, France Telecom e Maersk. Alcune delle Associazioni Più Che Fortemente Industrializzata Premoño per il TTIP, Camera di Commercio di degli stati uniti e Mangiare "Transatlantic Business Council," Stanno pressioni anche esercitrando di Sotto il Registrati sistema radar delle corridoio. E, una Quanto, il grosso boccone Sarà, Più, Quello Che di sosta scegliere all'agribusiness di consenso Il Nostro futuri menù a scapito della Qualità e il Che Nel di della Sicurezza avremo ricetta CIO.
Principale Sicurezza Alimentare significa Veleni Più, e quindi piu Malattie. E 'il grande business del colosso Agroalimentare sta facendo parte di Che Nelle Trattative Tra Di Leone Segrete Usa e Ue per il TTIP, il Commercio Transatlantico sul Trattato destinato al pareggio delle sconvolgere l'Europe salvaguarderà, FRUTTO Leggi di di Mezzo Secolo e conquisterà. In questo Partita epocale, Condotta di testa di miliardo Chiuse Silla Europei porte di mezzo il Giornalista Colin Todhunter svela autonomo ruolo e dai ricercatori inglese e il Dai dei Grandi decisivo Ricercatori Cibo Industrializzata la decisione di TARIFFA piazza pulita degli "ostacoli normativi Inutili." In ALTRE parole: vogliono "il tuo indebolire Lavorative visionato, socializzazione, Normative Ambientali e le di tutela dei Consumatori." L'e Concetto "Gruppo ad alto LIVELLO Sulla Crescita e l'Occupazione" dell 'tecnocratico "sala super-euro-atlantico DiChiara Che occuparsi di di Crescita "Oltre al Settore delle Biotecnologie, i Gruppi di pressione per l'Raggiungere includono Accordo Toyota, General Motors, l '. industria farmaceutica, Camera di Commercio e Ibm il statisti degli Uniti, Massima American Hall. Fetta di Ma grossa SARA, Quella Più dell ' industria del Cibo.    
"Business Europe", il Che il principale Organizzazione rappresenta i datori di Lavoro in Europa, ha presentato la Propria STRATEGIA in un Trattato economico e commerciale dell'UE Usa nia Primi Mesi 2012, in un post Ricorda Todhunter ripreso da " Don Chisciotte Vieni " . I Suoi "suggerimenti" Furono Ampiamente bozza di Nella dell'Ue mandato inclusione. "L'Accordo potrebbe autorizzare societa se sfidare una vasta gamma di Legge Esse non gradiscono Regolamenti Che." Il Piano "l'Attività Guidare decisionale" SOTTOBANCO "in QUESTO evitando il modo democratico Controllo e permettendo alle Aziende di" tenere in ostaggio "i Processi normativi." Nella prassi, l'Ue dovrebbe "Riconoscere" Io Leggi Usa , in Fatto di Che Sono quasi inesistenti nella specie tutela SETTORI l'Agricoltura Mangiare. cibo "lobby Il Cibo" e Bevande Europa "ha Richiesto l'agevolazione della Presenza di un minimo di di colture geneticamente LIVELLO modifica il ritiro" non autorizzate Oggi in Europa ". viene anche appoggiato CIO dei Dai Commerciali e dei Giganti Mangimi Cereali, TRA cui Cargill, Bunge, ADM e la più grande lobby degli agricoltori Copa-Cogeca. "   Colin Todhunter  
Che Il Peggio E E 'per QUESTO ACCORDO i negoziati avvolti mistero Sono Nel'. Associazioni, Sindacati e Ong? Tutti "estromessi un PIANIFICAZIONE guidata prega di dire una Dalle Aziende." E 'il sintomo "dell'etica Generale e delle Pratiche e dei burocrati Funzionari di Bruxelles" Todhunter Scrive: approvato E Il fossato TTIP cementerebbe "la progressiva Ristrutturazione uno degli prega Interessi delle economie delle elite." E l'altra pessima notizia - per la salute degli Europei - Che E 'Nessun Settore ha esercitato pressioni europea Più Chair Commissione' di di di Quello Agroalimentare, il ATTRAVERSO "DG Commercio" Direzione Generale Cioè sul Commercio Ue. Secondo il Ceo, "Osservatorio Europa Corporate", "se multinazionali Cibo, ho EI Agricoli Commercianti Produttori di sementi avuto contatti Hanno il Dipartimento di Più" Che non "i lobbisti della farmaceutica, della chimica, dell ' industria   e auto Finanziaria Insieme delle Messi. "Dei 560 Che Incontri con le lobby" DG Commercio "ha preparato per i negoziati Tenuto, 520 (il 92%) Sono statica i lobbisti aziendali, mentre il solo il 26 (4% IL) i Gruppi di Pubblico acquistati. OGNI Per un incontro Sindacato o Gruppo di Consumatori, vedere Sono ne lui statica e Aziende 20 con Industrializzata federazioni. Pia Eberhardt
Vieni Rivela Pia Eberhardt commerciale per Azione attivista Ceo Nel "," DG Commercio "Gli ha AttivaMente coinvolto sala affaristi Nel redigere delle il TTIP Posizione dell'Ue per il mio Posto Di Nuovo Il Rotore a bada" fastidiosi "sindacalisti e ALTRI di Pubblico Gruppi . ACQUISTATO »RISULTATO:. di Tutto il nell'agenda 'e business del petrolio, il Che Mette molte in pericolo per le quali-conquista in Europa PERSONE Hanno lottato a Lungo, ambrogetta Normative di Sicurezza Alimentare alla tutela dell'Ambiente" E in fila grezzo nell'assalto Alle Europee normativo, c'e proprio l ' industria   dell'Alimentazione. Cosa Nina Conferma Olanda, attivista Nel Settore Agroalimentare Portata Ceo: "Le hall Agroalimentare Settore, Mangiare l ' industria   pesticidi Dei, Hanno Fortemente Scoperta E Stata una Spinta pappagallo Programmi di AI I negoziati del TTIP Trattati con l'Obiettivo di Minare se Alimentari vigenti normativo dell'Ue. Strumenti Commerciali Venire il "riconoscimento reciproco" e la "Cooperazione regolamentare" rischiano di portare ad un'erosione di Lungo Nel Sicurezza Alimentare Degli L 'standard di periodo. industria   sta di utilizzare scherma anche TTIP per il Lontano deragliare Importante Iniziative comunitarie Quella di Mangiare affrontare il problema delle sistema endocrino Che il Sostanze Chimiche Alteran. " Nina Holland
Nella "grande abbuffata" non ovviamente Mançano se telecomunicazioni e l'IT (Information Technology), l ' industria   Tavolo di indicizzazione, Ingegneria e L'il Settore Chimico. A decidere, Accanto Agli statunitensi, Sono i colossi SOPRATTUTTO Inglesi e Tedeschi, rappresentati da "Business Europe" e Dallo "Service Forum europeo", un atrio corredo Società di Servizi di Grandi Mangiare Deutsche Bank e The City Uk. I Dati, aggiunge Todhunter, Che poi rivelano Oltre il 30% (94-269) ACQUISTATO Gruppi dei di l'Privato Che Hanno Settore esercitato pressioni Silla "DG Commercio" per il dal Registro Assenti TTIP Sono per la Trasparenza dell'Ue: TRA QUESTI vide Grandi Aziende Sono mangia Wal-Mart, Walt Disney, General Motors, France Telecom e Maersk. Alcune delle Associazioni Più Che Fortemente Industrializzata Premoño per il TTIP, Camera di Commercio di degli stati uniti e Mangiare "Transatlantic Business Council," Stanno esercitando anche pressioni di Sotto il Registrati sistema radar delle corridoio. E, una Quanto, il grosso boccone Sarà, Più, Quello Che di sosta scegliere all'agribusiness di consenso Il Nostro futuri menù a scapito della Qualità e il Che Nel di della Sicurezza avremo ricetta CIO.